Tabella comparativa migliori prodotti

Migliori Modelli

I migliori modelli che abbiamo recensito per voi

Offerte del giorno

Sconti imperdibili e  offerte sui migliori prodotti che ogni giorno selezioniamo su Amazon

Ricerca Avanzata

Ricerca i prodotti per modello, marca, giudizio complessivo

Activity Tracker migliore: recensioni, offerte, prezzi, migliori prodotti di Luglio 2019

Nel mondo dello sport si sente sempre più parlare degli activity tracker, anche conosciuti con il termine fitness tracker, ovvero quei particolari dispositivi simili a degli orologi che ci permettono di sfruttare diverse funzionalità, come la misurazione dei tempi delle prestazioni sportive, della frequenza cardiaca o il monitoraggio del sonno.

Va precisato che gli activity tracker raccolgono le informazioni di interesse e le trasmettono agli smartphone tramite connessione bluetooth o wireless, o anche tramite apposite applicazioni, ma non vanno confusi con gli smartwatch o i cardiofrequenzimetri.

Infatti gli smartwatch sono orologi super tecnologici dotati di display simili a quelli dello smartphone che permettono di leggere messaggi, telefonare, scattare foto e molto altro, direttamente dal nostro polso. Mentre i cardiofrequenzimetri sono pensati soprattutto per effettuare una misurazione istantanea delle frequenza cardiaca e per monitorare la sua evoluzione nel tempo.

La frequenza cardiaca indica il numero di battiti compiuti dal cuore in un minuto. I battiti vengono chiamati anche bpm e il loro numero è un parametro che varia in base a diversi fattori come l’età, l’attività in cui si è coinvolti al momento della misurazione o la prestazione sportiva. La frequenza cardiaca può essere misurata in tre diverse situazioni, cioè “di riposo“, “di massimo sforzo” o “di recupero“.

I valori della frequenza cardiaca in una situazione di riposo sono molto variabili  in base a diversi fattori quali l’età, le condizioni ambientali, il peso corporeo, il tipo di alimentazione, l’ora del giorno o la presenza di situazioni di stress o di forte emozione.

Funzioni degli activity tracker

Molti di voi si staranno domandando se convenga realmente acquistare un fitness tracker, dal momento che questi “braccialetti intelligenti” presentano senza ombra di dubbio funzioni molto più limitate rispetto ai cardiofrequenzimetri e agli smartwatch. Infatti spesso gli activity tracker non presentano neppure un display, ma si limitano solo a raccogliere dati e ad elaborare statistiche.

La risposta a questo dubbio è che paradossalmente gli activity tracker si rilevano perfetti non per gli sportivi professionisti, per cui senza dubbio esistono dispositivi più ricchi di funzioni, ma sono ideali per tutti coloro che vogliano monitorare il sonno, sapere il numero di passi compiuti in un giorno e calcolare le calorie assunte in un certo arco di tempo.

Pertanto se la vostra routine quotidiana è piuttosto sedentaria, fatta di molte ore in ufficio davanti ad un Pc, di pranzi non proprio light e di un riposo notturno irregolare, un activity tracker fa sicuramente al caso vostro!

L’accelerometro

Gli activity tracker funzionano tramite un meccanismo che prende il nome di accelerometro, un dispositivo appartenente alla famiglia dei MEMS, acronimo di Micro Electro Mechanical Systems, inventato da un ingegnere italiano.

Gli accelerometri sono sostanzialmente una “massa” all’interno di uno spazio: per essere più specifici si tratta di micro componenti in silicio, simici al chip di un computer, che si attivano in concomitanza con i nostri movimenti. E’ come se nell’activity tracker fosse presente una piccola sfera che oscilla di pari passo con i movimenti del nostro braccio.

Queste oscillazioni vengono regolarmente misurate dal nostro dispositivo da polso e armonizzate in base ai nostri parametri personali, come peso, altezza ed età (opportunamente inseriti nella prima configurazione del fitness tracker.

Stiamo parlando di software molto evoluti, capaci di elaborare dei semplici impulsi in dati effettivi e reali. Ovviamente più il software è sofisticato e preciso nelle misurazioni, più il costo del prodotto si alza.

Alimentazione

Per quanto riguarda il discorso dell’alimentazione, più il nostro activity tracker sarà dotato di funzioni, più la batteria si consumerà in fretta. Solitamente i dispositivi di ultima generazione sono dotati di batteria ricaricabile tramite cavo USB così da permetterci un uso costante e in qualsiasi momento della giornata. Nel caso in cui invece non fosse così, alcuni modelli presentano una batteria sostituibile, che dopo un periodo deve essere sostituita.

Solitamente l’autonomia dei modelli con batteria sostituibile si aggira intorno alle 2500 ore, dopodiché andrà cambiata. Invece i modelli con batteria ricaricabile possono avere un’ autonomia minima di 6-7 ore se dotati di più funzioni.

Mi raccomando, prima di acquistare un fitness tracker leggete tutte le informazioni tecniche, per non rischiare di avere al polso un dispositivo obsoleto e sempre scarico.

Display, forma e materiali

Come già accennato all’inizio di questa guida, il display non è certo il punto forte degli activity tracker. Anzi vi sono alcuni modelli che si limitano ad avere le sembianze di un semplice braccialetto di plastica e sono del tutto sprovvisti di display. Ecco perché dovete sapere che se per voi uno schermo luminoso e leggibile è una priorità, dovreste optare per uno smartwatch o per un cardiofrequenzimetro da polso.

Sicuramente i fitness tracker dotati di display hanno come punto a loro favore il fatto di essere poco ingombranti e pertanto non solo non fanno da ostacolo ai liberi movimenti durante l’attività sportiva, ma soprattutto non creano fastidio durante le ore notturne di riposo.

Tra le forme a disposizione, le più diffuse sono quelle rettangolari, ma vi sono anche modelli quadrati o tondi. Inoltre in commercio esiste una vastissima scelta dei colori del cinturino, dai più sobri ai più sgargianti.  Per quanto riguarda il discorso dei materiali, dovremo innanzitutto accertarci del fatto che questi siano di prima qualità. Questo perché l’activity tracker sarà sempre al nostro polso, sia di notte che di giorno, pertanto un materiale potenzialmente nocivo o irritante potrebbe provocare delle reazioni allergiche. Ovviamente poi più il fitness tracker sarà di qualità, più si rivelerà duraturo nel tempo, oltre che confortevole.

Inoltre alcuni modelli sono costituiti da materiali waterproof, cioè resistenti all’acqua. Questa categoria di activity tracker  è davvero molto utile per tutti coloro che vogliano misurare i propri tempi mentre nuotano in piscina o calcolare le calorie bruciate durante una lezione di acquagym.

Prima di utilizzare il dispositivo sott’acqua, si consiglia sempre di leggere i manuali di istruzioni presenti nelle confezioni, così da assicurarci che il nostro dispositivo possa essere completamente immerso (e fino a quale profondità) o se possa solo essere colpito da getti d’acqua.

Trovare un modello avente un design moderno, vicino ai nostri gusti personali, comodo e fruibile anche in contesti esterni all’attività sportiva, come sul posto di lavoro o durante la notte, si rivelerà senza ombra di dubbio una scelta ottimale.

Memoria

I modelli più innovativi di activity tracker si distinguono da quelli di “base” soprattutto per la memoria di cui sono dotati. Infatti più questa sarà grande, più dati potranno essere memorizzati senza dover trasferirli giornalmente sul nostro smartphone, tablet o Pc. Inoltre al momento dell’acquisto, sarà utile rilevare se il modello di nostro interesse presenti la sola memoria interna o se questa sia espandibile tramite una scheda sd.

Tuttavia, ci teniamo a precisare che la memoria espandibile è più che altro una funzione presente negli smartwatch o nei cardiofrequenzimetri, perché, ricordiamolo, le funzioni degli activity tracker sono più basilari e limitate e spesso questi dispositivi non presentano neanche un display.

Connettività

Come abbiamo visto, la possibilità di monitorare i dati raccolti dal nostro fitness tracker, trasferendoli sul nostro Pc o smartphone è davvero un fattore molto utile e interessante. Il trasferimento solitamente avviene mediante una connessione wireless o Bluetooth, che a volte si avvale dell’ausilio di applicazioni per il cellulare.

Attraverso la connessione Bluetooth o wireless i dati vengono raccolti dall’applicazione che automaticamente sarà in grado di trasformare le informazioni registrate in simpatici grafici da controllare ad intervalli regolari. In questo modo si potrà valutare l’evoluzione dei nostri movimenti, delle calorie assunte e dell’attività di riposo, di mese in mese, valutando i nostri progressi.

Nel caso in cui il nostro dispositivo non sia dotato di una connessione Bluetooth o wireless, dovremo controllare la presenza di una porta usb, a cui collegare un cavo per trasferire i dati sul computer. E’ evidente che avere una connessione bluetooth o wireless permetta un utilizzo molto più versatile del fitness tracker.

Marche e prezzi

In commercio esistono tantissimi modelli di activity tracker, dai più economici e basilari a quelli più avanzati e funzionali. Sicuramente la marca più conosciuta di questo settore è FitBit, seguita da Polar, Garmin, Xiaomi, Huawei, Samsung, Moov Now, eccetera.

  • La Fitbit Inc. è un’ azienda americana con sede a San Francisco, in California. Leader nel mercato mondiale appunto per gli activity tracker, questa società produce tantissimi modelli diversi, in grado di misurare il numero di passi, di monitorare il sonno e le calorie, fino anche a dispositivi più avanzati che riescono a rilevare il numero di gradini saliti ed altre attività più specifiche. I fitness tracker FitBit presentano la classica forma rettangolare ed un design molto moderno e colorato.

I prezzi variano da un minimo di 49 euro fino ad un massimo di 169 euro per i modelli dotati di più funzioni.

  • La Polar, azienda finlandese che dagli anni Settanta brevetta prodotti che si trovano in cima alle classifiche di gradimento dei consumatori, offre modelli di activity tracker molto all’avanguardia, dotati di numerosi accessori e funzioni, che permettono non solo di contare i passi e di misurare le calorie, ma alcuni modelli emettono anche avvisi sonori, o meglio una vibrazione, dopo un certo tempo di inattività.

La fascia di prezzo di questi dispositivi è compresa tra i 55 e i 199 euro.

  • La Garmin è un’azienda svizzera che dalla fine degli anni Ottanta opera in moltissimi settori,  oltre che in quello sportivo. Tutti i prodotti di questa casa sono caratterizzati da un design moderno e colorato, molto gradito ai consumatori, oltre ovviamente alla presenza di materiali di qualità estrema. I loro dispositivi sono venduti in tutto il mondo grazie alle numerose funzioni che presentano: infatti gli activity tracker della Garmin oltre alle tipiche funzioni di monitoraggio di passi, sonno e calorie, sono dotati di sveglia, sensori gps, cardiofrequenzimetro, barometro e infine si rivelano adatti ad ogni tipo di attività sportiva, anche il nuoto e l’ immersione in profondità, essendo molto dei loro modelli impermeabili.

I prezzi partono da un minimo di 55 euro circa fino ad arrivare anche ad oltre 200 euro.

  • La Xiaomi  Inc. è un’azienda cinese che dal 2010 opera in diversi settori, producendo smartphone, tablet,  Pc portatili, dispositivi di domotica e naturalmente activity tracker. Negli anni si è imposta sempre più sul mercato mondiale in quanto tutti i loro dispositivi sono dotati di un ottimo rapporto qualità-prezzo.  I fitness tracker della Xiaomi sono tutti dotati di schermo lcd e touch screen, hanno la classica forma rettangolare e funzioni quali contapassi, monitoraggio del sonno, conteggio delle calorie, storico degli allenamenti e connessione bluetooth.

Come anticipato i prezzi di questo marchio sono davvero convenienti e partono da un minimo di 29 euro fino ad un massimo di 59 euro.

  • La Huawei Technologies Co. Ltd è un’azienda cinese che dal 1987 si è impegnata nel campo delle telefonia e più in generale delle telecomunicazioni. Molto attiva dal punto di vista della ricerca, da una quindicina di anni opera anche in Italia, nelle due principali sedi di Milano e Roma. Noi tutti la conosciamo soprattutto per la produzione di smartphone all’avanguardia e di qualità, non sapendo che questa società opera anche nel settore dei fitness tracker. I loro tracciatori di attività sono tutti dotati di display e funzionano sia con sistemi operativi Android che iOS. Oltre alle basilari funzioni di conteggio dei passi, delle calorie e di monitoraggio del sonno, i modelli di fascia più alta hanno gps, sono impermeabili, permettono di fissare degli obiettivi e si ricaricano in poco tempo.

Il costo degli activity tracker Huawei è compreso tra i 25 e i 100 euro circa.

  • La Samsung è un’azienda multinazionale sudcoreana, con filiali in ben 58 paesi. Venne fondata nel 1938 da Lee Byung-chul in Corea del Sud, ma non nasce propriamente come azienda informatica. Infatti inizialmente si occupava di distribuzione di generi alimentari, di raffinazione dello zucchero e di lavorazione della lana. Negli anni Samsung è divenuta una grande azienda ramificata in molteplici settori, arrivando anche ad occuparsi del settore finanziario. E’ dalla fine degli anni Sessanta che l’azienda crea la propria industria elettronica, brevettando il loro primo televisore in bianco e nero. Oggi la Samsung è uno dei marchi più famosi nel campo dell’elettronica, sia per quanto riguarda il settore delle telefonia, dei Personal Computer e ovviamente dei tracciatori di attività. I loro fitness tracker sono in grado di rilevare le pulsazioni cardiache, presentano naturalmente la funzione pedometro, contatore delle calorie e tracciamento del sonno.

I prezzi dei modelli basilari si aggirano intorno ai 30 euro, mentre per i dispositivi più tecnologici si arriva anche a 150 euro circa.

  • Il Moov Now è un tracciatore di attività molto particolare. Questa azienda venne fondata da un ex ingegnere della Apple e da altri programmatori informatici e da qualche anno il loro fitness tracker viene distribuito anche in Italia.  I loro braccialetti elettronici consentono sì di monitorare passi, calorie e ore di sonno, ma la grande innovazione sta nel fatto che permettono di migliorare il livello di attività sportiva praticata fornendo suggerimenti in tempo reale  come un vero e proprio personal trainer. Ovviamente per il corretto funzionamento di questo dispositivo si rende necessaria l’interazione con lo smartphone. La batteria non è ricaricabile, ma è una semplice batteria sostituibile che va sostituita ogni 6 mesi circa. Il design di questo prodotto è molto innovativo, avendo una forma tonda ed un rivestimento nero forato, sotto il quale si può scegliere un colore a contrasto.

Il prezzo del fitness tracker Moov Now è davvero basso se si pensa alla grande innovazione di questo dispositivo: oscilla dai 60 ai 70 euro circa.

Recensioni

Dando uno sguardo ai giudizi degli utenti lasciati sul web, si possono leggere pareri molto contrastanti. Infatti c’è chi dichiara di non poter più fare a meno del proprio activity tracker e chi invece lo reputa uno strumento poco utile e non proprio accurato nelle misurazioni. Ovviamente la prima precisazione va fatta in merito all’evoluzione che questi dispositivi hanno subito negli anni: la maggior parte degli utenti infatti riconosce i molti progressi dell settore dei dispositivi elettronici da polso, e di certo risulta un evidente come i modesti fitness tracker non possano competere con gli avanzatissimi smartwatch.

Ma se pensiamo realmente ai motivi per cui nascono i tracciatori di attività, ovvero contare i passi percorsi nel corso di una giornata, monitorare l’attività e la qualità del sonno e contare le calorie, di certo non possiamo pretendere di più. Anche il fatto che le dimensioni siano piuttosto ridotte e spesso non sia presente un display  va sempre considerato in base al fatto che gli activity tracker vanno indossati anche di notte, pertanto se fossero costruiti diversamente potrebbe rivelarsi davvero scomodi.

Pertanto lo scopo principale di questa guida è di indirizzarvi in una scelta d’acquisto consapevole, invitandovi a documentarvi su tutte le specificità tecniche del prodotto che più vi piace, per non rischiare poi di rimanere delusi nelle aspettative. Buono shopping!

Francesca Piscedda

E’ dai tempi del Liceo che la scrittura è tra le mie più grandi passioni. Da allora, e dopo aver conseguito una laurea in Letteratura, scrittura, editoria e giornalismo, condivido pensieri e offro consigli utili per la vita di tutti i giorni con chiunque abbia piacere di leggermi. Ciò che conta per me è che ciò che scrivo sia sempre interessante, chiaro, esaustivo e soprattutto sincero.D'altronde, come ha detto anche Ernest Hemingway, tutto quello che si deve fare è scrivere una frase vera. Scrivere la frase più vera che si conosce.

Prodotti più recensiti

Migliori prodotti recensiti

Prodotti in Offerta

Back to top
Activity Tracker